Escursioni in tutta la Sicilia - Escursioni in taxi sicilia - Escursioni da Catania in mercedes

taxi catania

taxi catania

Chi Siamo

Taxi Catania

Tariffe

La Flotta

SERVIZI AZIENDE

Servizi VIP

contatti

ESCURSIONI

Autoservizi Distefano Salvatore

Noleggio con Conducente, Servizio Taxi e Transfer

Catania e Sicilia - info@taxi-catania.com

Telefono 24 h 360 96 83 90 - 328 25 160 10

italiano  

english  


ESCURSIONI

IN

SICILIA

transfer sicilia

Taormina

Taormina è la principale destinazione turistica siciliana.
Il centro storico della perla del mediterraneo si trova a circa 200 metri sul livello del mare e gode di una vista mozzafiato della costa jonica e del Monte Etna che la rende una delle terrazze più belle al mondo.
Nei secoli questa località ha affascinato turisti e visitatori da tutto il mondo che hanno scelto di immergersi nella sua unica atmosfera, fatta di attrazioni naturali e culturali e clima mite tutto l'anno che la rende il luogo dell'eterna primavera.
Il teatro greco-romano, location di importanti manifestazioni internazionali e secondo solo a quello di Siracusa, Il Palazzo Corvaja, le Naumachie, Il Palazzo dei duchi di Santo Stefano ed altre decine di attrazioni fanno di Taormina un'escursione da non perdere.
Lo stupendo mare di Taormina, L'isola Bella e le spiagge di Mazzeo, Spisone e Mazzarò sono facilmente raggiungibili dal centro storico tramite la moderna funivia in funzione fino a tarda notte

Etna - Rifugio Sapienza

Con un volume complessivo di circa 600 km cubi, un'altezza di 3.348 metri sul livello del mare, l'Etna è il più alto vulcano attivo d'Europa. Le pendici dell'Etna ospitano oltre 250 coni avventizi che sono stati un tempo crateri attivi apertisi a varie quote. Certamente tra i crateri più famosi abbiamo "Monti Rossi" apertisi nel 1669 a quota 800 m slm e i "Silvestri" apertisi nel 1892 a circa 2000 m slm.
Nella parte sommitale dell'Etna si osservano quattro crateri a condotto aperto, denominati: Bocca Nuova, Voragine, Cratere di Sud-Est, Cratere di Nord-Est, avendo ciascuno di essi un diametro medio di circa 250 metri.
La parte est del vulcano ospita la "Valle del Bove", una caldera che si è formata circa 10.000 anni fa, le cui dimensioni sono di circa 10 km per 7 km, raggiungendo 900 metri circa di profondità.
La Valle del Bove si è formata in seguito ad un imponente collasso calderico. Ancora oggi è possibile notare chiaramente la struttura geologica che prepotentemente domina il paesaggio del versante orientale dell'Etna
.

Siracusa

Siracusa è adagiata lungo una baia armoniosa che nel mare si allunga con l'isola di Ortigia. Subito alle spalle di Ortigia si estende l'Acradina, come veniva chiamata nell'antichità la zona pianeggiante contigua ad Ortigia. E poi la Neaú polis, area "nuova" dove si trova il teatro, l'Orecchio di Dionisio e la latomia del Paradiso, una delle più belle, e, ad oriente, il quartiere di Tyche che ricorda la presenza di un tempio dedicato alla dea Fortuna (dal greco Tyche, il caso). Domina tutta l'Epipoli, custodita e difesa dal castello Eurialo, in posizione elevata e strategica. Città d'arte, dominata dalle architetture barocche, tipiche di questa zona, Siracusa è sede di un museo archeologico di straordinaria importanza. Il Museo Archeologico Nazionale, uno dei principali nel suo genere, conserva infatti materiale fondamentale per la conoscenza della preistoria e protostoria della Sicilia. Città storicamente legata alla cultura e alle arti, patria di poeti e scrittori greci, meta di pellegrinaggi: Platone, Cicerone, Caravaggio, Von Platen, Maupassant, Gide, Wilde. Affascinati dalla storia e dai miti. Ad oggi si rivivono i fasti del suo splendido teatro greco grazie alle rappresentazioni classiche organizzate ogni anno dall'INDA Istituto del Dramma Antico, mentre la recente manifestazione OrtigiaFestival raccoglie i nomi e le rappresentazioni teatrali moderne. Città tra le più antiche del Mediterraneo, ricca di storia e monumenti, Siracusa esprime fino in fondo la varietà e la complessità culturale che hanno caratterizzato la vita della Sicilia dalle origini ai nostri giorni.

Palermo

La città di Palermo (in siciliano Palermu) è il capoluogo della Regione Siciliana ed è la sede dell' Assemblea Regionale Siciliana e dell'omonima provincia. Quinta città per popolazione è trentunesima a livello europeo, dopo Roma, Milano, Napoli e Torino ed è il principale centro culturale, storico ed economico-amministrativo della Sicilia. Il suo notevole patrimonio artistico ed architettonico è rappresentato dai resti di mura puniche, villette in stile liberty, residenze in stile arabo normanno, chiese barocche e teatri neoclassici. Fu ed è tutt' oggi tra le maggiori città del Mediterraneo e fra le principali mete turistiche della regione Sicilia, dell' Italia e dell' Europa. Palermo dispone del maggior numero di monumenti all'interno del centro storico, ma molti sono quelli distribuiti in tutto il territorio palermitano, come le numerose ville storiche, torri d'avvistamento, tonnare, graffiti rupestri o semplicemente antiche chiese o palazzi nobiliari. Il suo centro storico, che è uno dei più grandi d'Europa, sta subendo notevoli rifacimenti e restauri affinché sia valorizzato al meglio al fine di inserirlo con l'Orto Botanico e il Duomo di Monreale fra i possibili siti patrimonio dell' Unesco. Il Centro Storico di Palermo è diviso in quattro mandamenti (Loggia-Castellammare, Tribunali-Kalsa, Palazzo Reale e Monte di Pietà-Capo) legati alle due arterie storiche della città: il Cassaro e via Maqueda, strada perpendicolare alla prima e che, all'incrocio con questa, crea la piazza Quattro Canti di Città.

Cefalù

Situato in posizione eccezionale, ben visibile dalla strada che vi giunge da Palermo, Cefalù è un villaggio di pescatori chiuso tra il mare ed un promontorio calcareo, orgoglioso della sua cattedrale romanica che emerge da un groviglio di stradine labirintiche. Cittadina di origini greche, da cui trae il nome, Kephaloidion. testa o capo, conosce il suo massimo splendore sotto i Normanni ed in particolare con Ruggero II che nel 1131 decide di dare l'avvi ai lavori di costruzione della cattedrale. Il territorio di Cefalù, oltre agli itinerari collinari e montani del Parco delle Madonie, propone splendide passeggiate e una natura incontaminata che offre, oltre a tantissime  bellezze panoramiche e naturali, le orchidee ed alcuni gasteropodi quali la Helix Mazzullii, la vermiculata e la cephaleditana. Le bellezze del territorio vanno ad aggiungersi al Patrimonio monumentale della Città che è ricchissimo. Significative costruzioni medievali sono presenti nella Città: il Palazzo Maria (Piazza del Duomo) e l'Osterio Magno (Corso Ruggero). Queste due costruzioni erroneamente, sono state identificate come la Domus Regia ruggeriana che, invece, fu inglobata all’interno del Palazzo Vescovile, in quella parte adiacente alla Canonica.

Agrigento

La città di Agrigento (Girgenti in siciliano) nella sua storia millenaria ha avuto ben quattro nomi: κράγας per i Greci, Agrigentum per i Romani, Kerkent per gli Arabi e Girgenti per i Normanni. Girgenti era anche il nome ufficiale della città fino al 1929, anno in cui mutò il suo nome nell'attuale. Con la sua provincia rappresenta un centro turistico siciliano rinomatissimo e di grande importanza grazie soprattutto all' importantissimo patrimonio archeologico con la Valle dei Templi, storico, naturalistico e folcloristico. Ogni anno ad Agrigento si svolge la manifestazione culturale del "Mandorlo in Fiore" che ricorre nel mese di febbraio e che si svolge nella mitica Valle dei Templi; negli ultimi anni associata al Festival Internazionale del Folklore. La Valle dei Templi, considerata una delle principali mete turistiche della Sicilia, risale al periodo della Magna Grecia. Dal 1997 è stata inserita dall' UNESCO nella lista dei luoghi patrimonio mondiale dell' umanità. É caratterizzata dai resti di ben sette templi in stile dorico: le loro denominazioni e relative identificazioni, tranne quella dell'Olympeion, si presumono essere pure speculazioni umanistiche, che sono però rimaste nell'uso comune.

Ragusa

La città di Ragusa (Raùsa in siciliano), capoluogo dell'omonima provincia in Sicilia, è situata nella parte meridionale dei monti Iblei e rappresenta il settimo comune della regione per numero di abitanti. È il comune più ricco dell'isola e fra i più agiati del sud Italia. È chiamata la "Città dei ponti" per la presenza di tre strutture, molto pittoresche, ma è stata definita anche da letterati, artisti ed economisti come "l'isola nell'isola" o "l'altra Sicilia", grazie alla storia e ad un contesto socio-economico molto diverso dal resto dell'isola siciliana. Dopo il terremoto che la distrusse quasi totalmente nel 1693 fu divisa in due parti; da una parte Ragusa superiore, situata sull'altopiano e dall'altra Ragusa Ibla; sorta dalle rovine dell'antica città e ricostruita secondo l'antico impianto medioevale. I capolavori architettonici costruiti dopo il terremoto, insieme a tutti quelli presenti nel Val di Noto, hanno dato vita ad uno dei più grandi siti UNESCO del mondo. Ragusa possiede moltissimi palazzi barocchi inseriti nella lista dell' unesco quali patrimonio mondiale dell' umanità

Piazza Armerina

I monumenti, le chiese, gli antichi palazzi, il barocco siciliano che li adorna rendono Piazza Armerina una splendida città d'Arte. Piazza Armerina è al centro di una vastissima zona archeologica classica (Montagna di Marzo, Monte Naone, Rossomanno, Monte Manganello, etc.), il suo territorio di grandissimo interesse per gli scavi archeologici, in particolare quelli della villa romana del Casale, fu abitato fin dalla preistoria, almeno dal VII sec. a.C. in poi. La "Villa Romana" che si trova in contrada Casale nei pressi di Piazza Armerina risale alla fine del III secolo D.C. Magnificamente ornata da stupendi mosaici, fu scoperta alla fine del 1800 per poi essere completamente portata alla luce nella metà del '900 . Molto probabilmente si tratta di una lussuosa residenza privata appartenente ad una potente famiglia romana.Unica nel suo genere soprattutto per la tipologia del mosaico i cui tasselli sono di dimensioni ridottissime .L'effetto ottenuto è sicuramente spettacolare ; le immagini sono particolarmente dettagliate e ricche di colori e sfumature. Con lo spettacolare Palio, ogni anno  Piazza Armerina dal 12 al 14 agosto rivive suoni e atmosfere del periodo medievale. Nella stupenda cornice del centro storico dame, cavalieri, truppe e milizie creano un suggestivo "ritorno al passato".

Caltagirone

Caltagirone domina la piana di Catania e Gela ad anfiteatro tra i Monti Iblei e i Monti Erei. E' conosciuta nel mondo per la produzione artigianale della ceramica che ancora oggi impegna centinaia di artigiani. L'arte della maiolica ha origini antichissime: i primi forni risalgono, infatti, all'epoca musulmana e ai normanni e testimoniano di un'attività che non si è mai spenta nel corso dei secoli; inoltre è sede dal 1965 del Museo Regionale delle Ceramiche. Tra gli edifici color ocra si innalzano le chiese, i campanili barocchi e la splendida Villa comunale, giardino pubblico tra i più eleganti di Italia, costruito nell'800 da Giovanni Battista Filippo Basile. Di notevole interesse architettonico sono il Duomo normanno dedicato a S. Giuliano che conserva bei dipinti opere di Francesco Vaccaro, la Chiesa del Collegio eretta dai Gesuiti nel 1593 e la Chiesa di S. Giacomo riedificata dopo il terremoto del 1693. La lunga via Roma è la via principale che, tagliando in due la città, arriva fino ai piedi dell'ormai famosa scalinata di S. Maria del Monte, sua continuazione ideale. Lungo la via si affacciano alcuni tra gli edifici più interessanti, con numerosi esempi di decori in maiolica.


 


Chi Siamo - Taxi Catania - Tariffe - La Flotta - servizi aziende - Servizi Vip - contattiEscursioni


La Tradizione del Taxi a Catania

Portfolio Aziende Hotel Partners I transfers più richiesti

Autoservizi Distefano Salvatore - Via S. G. Battista 93 - 95123 Catania Sicilia Italia

Telefono 24 h 360 96 83 90 - 328 25 160 10 - Fax 095 39 36 83 - info@taxi-catania.com

Privacy - P.I. 03179400878 - Autoservizi Distefano © 2009